Giorgio Villani

Il convitato di pietra
Apoteosi e tramonto della linea curva nel Settecento

2016, cm 17 x 24, x-120 pp. con 8 tavv. f.t. a colori.

ISBN: 9788822264367

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 25,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (12)
  • Autore
  • Materiali (1)

L’autore studia un motivo ornamentale, la linea serpentinata, e un’epoca, il Settecento, che più di altri la predilesse. Tale costante figurativa si svela essere, tuttavia, in queste pagine, non un mero tema decorativo ma un principio strutturale capace di determinare l’organizzazione degli elementi formali. Questo libro mostra, perciò, l’unità profonda di un gusto, il rococò, in opere di natura diversa, osservando come in queste riaffiori, pur nella diversità dei mezzi impiegati, ora pittorici, ora letterari, ora musicali, una stessa matrice strutturale.

Giorgio Villani
Giorgio Villani ha conseguito il dottorato in letterature comparate all’Università di Firenze nell’ambito di un programma internazionale che coinvolge l’Università di Parigi «La Sorbona» (Paris IV) e l’Università di Bonn. Ha scritto di arte e di letteratura per riviste italiane e francesi, fra le quali «Paragone», «Rivista di letterature moderne e comparate» e la «Revue Verlaine». Collabora regolarmente con Alias, allegato culturale de «Il Manifesto». Con Olschki ha già pubblicato Il Convitato di pietra. Apoteosi e tramonto della linea curva nel Settecento (Premio Speciale della Giuria al Premio Casentino 2017). (settembre 2018)