Angiolo Pucci

I giardini di Firenze. V
Suburbio vecchio e nuovo di Firenze

A cura di Mario Bencivenni e Massimo de Vico Fallani

2019, cm 17 x 24, xviii-440 pp. con 130 figg. n.t.

ISBN: 9788822266286

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 38,00 € 32,30
 
  • Sinossi
  • Recensioni (5)
  • Autori
  • Materiali (1)

Secondo episodio della trilogia su i giardini e gli orti privati di Firenze, iniziata nel volume precedente di quest’opera monumentale del Pucci, ci conduce con una narrazione attenta agli aspetti orticoli e giardinieri lungo un itinerario di 283 episodi posti nei nuovi confini comunali ampliati fra il 1865 e il 1928. Un patrimonio di orti, giardini, stabilimenti orticoli che accresce la ricchezza dei giardini del centro antico della “città dei fiori” consolidandone il topos letterario di città-giardino e la fama di patria dell’orticultura.

Angiolo Pucci
Angiolo Pucci. Ultimo rappresentante di una importante famiglia di giardinieri granducali stabilitasi a Firenze nella seconda metà del Settecento, ereditò la passione per l’orticoltura dal padre Attilio, capo giardiniere di Boboli, collaboratore con Poggi nelle realizzazioni delle grandi sistemazioni a verde del piano di ingrandimento di Firenze Capitale e primo soprintendente del servizio comunale dei Pubblici passeggi e dei giardini. Dopo essere succeduto per pochi anni al padre nella soprintendenza di questo servizio, Angiolo si dedicò prevalentemente all’attività di studioso e di divulgatore della scienza orticola e dell’arte del giardinaggio. Fu autore di numerosi articoli e manuali e di una fondamentale Enciclopedia orticola illustrata pubblicata nel 1915 dalla casa editrice Hoepli.
(ottobre 2019)

Mario Bencivenni
Mario Bencivenni si è occupato di storia dell’architettura e dei giardini, di storia del restauro e della tutela e ha svolto attività di ricerca e di docenza presso le Facoltà di Architettura di Firenze, del Politecnico di Milano e dell’Università di Ferrara; è docente presso la Scuola di specializzazione in beni architettonici e del paesaggio de «La Sapienza» di Roma. Ha pubblicato numerosi saggi sulla storia e la tutela dei giardini storici e pubblici.
(ottobre 2019)

Massimo De Vico Fallani
Massimo de Vico Fallani, architetto, funzionario del Ministero per i beni e le attività culturali dal 1980 al 2008, è stato direttore del Servizio per la conservazione dei parchi e giardini prima presso la Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici delle Province di Firenze, Prato e Pistoia e quindi presso la Soprintendenza per i beni archeologici di Roma. Autore di saggi sui giardini pubblici e storici, ha curato numerosi restauri di giardini e sistemazioni paesaggistiche a Firenze, Perugia, Roma e nelle aree archeologiche romane. Coordina il corso di restauro di parchi e giardini storici della Scuola di specializzazione in beni architettonici e del paesaggio de «La Sapienza» di Roma.
(ottobre 2019)