Daria Farafonova

Pirandello e i moralisti classici
Erasmo, Montaigne, Pascal

Presentazione di Valeria Giannetti

2017, cm 16,5 x 23,5, xii-204 pp. con 1 fig. n.t.

ISBN: 9788822265234

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 25,00
 
  • Sinossi
  • Autore
  • Materiali (1)

Pirandello lesse e meditò gli autori medioevali e umanistico-rinascimentali, scegliendo come maestri di pensiero quelli che, con felice formula, Giovanni Macchia definì moralisti classici. Un esame comparato dei testi pirandelliani con l'opera di Pascal e di Montaigne rileva la profonda, originale riflessione che Pirandello condusse sulle Pensées e sugli Essais mentre elaborava le proprie categorie poetologiche, peculiari del metodo artistico da lui definito “umorismo”. Sulla stessa linea di pensiero Pirandello ricorre alla tradizione rinascimentale del paradosso, che affonda le sue radici nell’opera di Erasmo da Rotterdam.

Daria Farafonova
Daria Farafonova si è laureata in Italianistica presso la Facoltà di Lettere dell'Università di San Pietroburgo. Nel 2013 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Filologia con una tesi sulla filosofia della storia nella narrativa di Luigi Pirandello. Ha insegnato lingua e civiltà italiana presso la stessa Università negli anni 2009-2010 e 2013-2014. Nel 2016 ha conseguito presso l’Istituto di Studi italiani dell’Università della Svizzera Italiana il titolo di Dottore in Lingua, letteratura e civiltà italiana, studiando le radici umanistiche europee di Pirandello. Ha tradotto e curato le Lezioni di economia civile di Antonio Genovesi, apparse a Mosca nel 2016, e sta completando la traduzione di Il regno e la gloria di Giorgio Agamben. I suoi interessi scientifici spaziano dalla letteratura e filosofia europee dell'epoca rinascimentale, barocca e illuministica alla letteratura italiana del secondo Ottocento e del primo Novecento. (agosto 2017)