L'umiltà e le rose
Storia di una Compagnia femminile a Torino tra età moderna e contemporanea

A cura di Anna Cantaluppi, Blythe Alice Raviola

2017, cm 17 x 24, xxii-402 pp. con 6 figg. n.t. e 48 tavv. f.t. a colori.

ISBN: 9788822265043

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 49,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (6)
  • Autori
  • Materiali (1)

La Compagnia dell’Umiltà attiva a Torino dal XVI al XX secolo fu fondata in ambienti vicini alla corte sabauda e alla spiritualità gesuita, annoverando tra le socie principesse sabaude, dame di corte e consorti di confratelli della Compagnia di San Paolo. Il libro ricostruisce attraverso un’indagine prosopografica la storia pressoché incognita dell’istituzione, rivolta all’assistenza dei malati e all’erogazione di doti, e ripercorre l’iconografia e l’agiografia della santa patrona, Elisabetta d’Ungheria.

Blythe Alice Raviola
Blythe Alice Raviola, modernista è ricercatrice presso l'Università degli studi di Milano. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni sulla storia del Piemonte sabaudo e del Monferrato gonzaghesco e ha recentemente curato le Relazioni universali di Giovanni Botero per i tipi di Nino Aragno (Torino 2015, 2 voll.). Si è altresì occupata della storia della Compagnia di San Paolo in due saggi specifici e partecipando al cantiere editoriale de La Compagnia di San Paolo a cura di W. Barberis, con A. Cantaluppi, Torino, Einaudi, 2013, 2 voll.
(gennaio 2017)

Anna Cantaluppi
Anna Cantaluppi direttore della Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo, svolge attività di ricerca in ambito archivistico e storico. Tra le sue pubblicazioni l’edizione della secentesca Istoria della Compagnia di San Paolo di Emanuele Tesauro (Torino 2003), la curatela con Walter Barberis de La Compagnia di San Paolo 1563-2013, opera che ricostruisce in chiave multidisciplinare una storia di lunga durata tra assistenza e credito (Torino, Einaudi, 2013, 2 voll., con due saggi della medesima).
(gennaio 2017)