I monaci Silvestrini e la Toscana
(XIII-XVII secolo)

A cura di Francesco Salvestrini

2020, cm 17 x 24, vi-200 pp. con 20 tavv. f.t. a colori

ISBN: 9788822267054

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 26,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (6)
  • Autore
  • Materiali (1)

Il volume costituisce la prima indagine complessiva sulla presenza della famiglia monastica silvestrina dell’Ordine di san Benedetto nella Toscana medievale e moderna, e ricostruisce le origini di tale congregazione di matrice marchigiana, la sua diffusione oltre gli Appennini, i rapporti con le chiese e le società locali, la committenza artistica, evidenziando la capacità ancora forte dei Benedettini del Duecento nel rispondere alle istanze spirituali dei fedeli, sfidando la ‘concorrenza’ dei nuovi Ordini mendicanti.

Francesco Salvestrini
Francesco Salvestrini insegna Storia Medievale all’Università di Firenze. Si occupa di storia del monachesimo benedettino, segnatamente vallombrosano, camaldolese e cistercense, e di storia delle istituzioni ecclesiastiche medievali, ma ha dedicato lavori anche allo studio del rapporto fra insediamenti umani ed aree boschive e fluviali in età medievale e protomoderna, alla storia della storiografia e dell’erudizione nella Toscana d’Ancien Régime, e alla normativa delle città comunali italiane. Fra le sue monografie si segnala: Libera città su fiume regale. Firenze e l’Arno dall’Antichità al Quattrocento, Firenze, 2005; Disciplina caritatis. Il monachesimo vallombrosano tra medioevo e prima età moderna, Roma, 2008; Il carisma della magnificenza. L’abate vallombrosano Biagio Milanesi e la tradizione benedettina nell’Italia del Rinascimento, Roma, 2017.
(gennaio 2019)