Silvana Bartoli

La felicità di una donna
Émilie du Châtelet tra Voltaire e Newton

2017, cm 17 x 24, 252 pp.

ISBN: 9788822265463

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 25,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (2)
  • Autore
  • Materiali (1)

“L’amore per lo studio è la passione più necessaria alla nostra felicità; è una risorsa sicura contro le disgrazie e una fonte inesauribile di gratificazione”: l’autoritratto di Émilie du Châtelet sta nella cornice di queste parole. Accanto a Voltaire inseguì il desiderio di capire il mondo e divenne la più celebre donna di scienza del secolo XVIII. Ma Émilie nutriva soprattutto l’ambizione di essere ricordata: è l’oblio la morte peggiore.

Silvana Bartoli
Silvana Bartoli si occupa di storia delle donne, con attenzione specifica alle tematiche riguardanti identità, memoria, istruzione – monastica e non –, lungo i secoli XVI-XIX. Fa parte della Società Italiana delle Storiche e della Société des Amis de Port-Royal. Oltre ai saggi e alla cura di volumi collettivi, ha pubblicato le seguenti monografie: La Madalena di Novara. Un convento e una città, Sellerio, 1995 (Premio «Il paese delle donne»); Angélique Arnauld: «Relazione su Port-Royal», Sellerio, 2003 (Premio «Grazia Deledda»); Le vite di Jacqueline Pascal, Olschki, 2009; Il coraggio delle fanciulle. Lettere di Jacqueline Pascal, et/al Edizioni, 2013. In ambito di storia locale studia la cultura di primo Ottocento (Palazzi del sapere. Giovanni Biroli e la Novara napoleonica - premio Fondazione BPN per il territorio), il mecenatismo (Una famiglia per Novara: i Faraggiana, Interlinea, 2011), personaggi di rilievo internazionale (Da una remota città di provincia: il contributo degli ambasciatori novaresi alla diplomazia italiana, Istituto per la storia del Risorgimento italiano, in corso di stampa). -- agosto 2017