Domenico Campisi

Lilia Campi a 2, 3, 4, 5 e 6 voci
Libro quinto (1627)

Edizione critica a cura di Daniela Calcamo, Daniele Cannavò, Maria Rosa De Luca. Introduzione di Maria Rosa De Luca

2015, cm 24 x 33,5, xxxiv-88 pp. con 2 tavv. n.t.

ISBN: 9788822264206

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 44,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (3)
  • Autori
  • Materiali (1)

Lilia Campi, quinto libro di mottetti del compositore siciliano Domenico Campisi, fu stampato a Roma nel 1627 da Paolo Masotti. Le ventidue composizioni della raccolta, per un organico che varia da due a sei voci e basso continuo, per la prima volta edite in partitura e corredate da uno studio storico-critico di Maria Rosa De Luca, testimoniano uno stile compositivo ricco d’inventiva che coniuga gli artifici contrappuntistici, nel solco della tradizione dei polifonisti siciliani del Cinque-Seicento, con le proprietà espressive dello stile recitativo.

Domenico Campisi

Daniela Calcamo
Daniela Calcamo ha conseguito la Laurea Magistrale in Discipline Musicali al Conservatorio A. Scontrino di Trapani. Ha pubblicato, in edizione critica, Parafrasi del Christus di Gaetano Donizetti (Eco, 2010) e Mottetti Sacri di Alessandro Scarlatti (Ut Orpheus, 2012).

Daniele Cannavò
Daniele Cannavò si è laureato in Discipline Musicali al Conservatorio A. Scontrino di Trapani. Ha pubblicato uno studio su Un inedito libretto dell’Oratorio della SS.ma Vergine di Carissimi (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, 2014), curato l’edizione critica della cantata Con affetto di cielo di Cataldo Amodei (Musedita, 2011) e dei Mottetti Sacri di Alessandro Scarlatti (Ut Orpheus, 2012).

Maria Rosa De Luca
Maria Rosa De Luca è professore associato di Musicologia e Storia della musica del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania. Con alcuni saggi ha contributo alla Storia di Catania (DSE, 2009-12) diretta da Giuseppe Giarrizzo e Maurice Aymard; per l’editore Olschki ha già pubblicato nel 2012 la monografia dal titolo Musica e cultura urbana nel Settecento a Catania («Historiae Musicae Cultores», 123). Ha curato l’edizione critica dei Mottetti sacri di Alessandro Scarlatti (Ut Orpheus, 2012) e dedicato studi all’opera di Aldo Clementi (Suvini Zerboni, 2008).
Attenta alle problematiche della trasmissione del sapere storico-musicale, è componente del Comitato scientifico della rivista digitale «Musica Docta».
È Direttore della Fondazione Bellini e membro del Comitato direttivo del «Bollettino di studi belliniani».