Maria Serena Marchesi

Eliot's Perpetual Struggle
The Language of Evil in «Murder at the Cathedral»

2009, cm 17 x 24, xxxviii-146 pp. English Text.

ISBN: 9788822259363

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 19,00
 
  • Sinossi
  • Autore
  • Materiali (1)

Una lettura nuova del più noto dramma eliotiano. Marchesi rivela come Eliot attribuisca al Male – i quattro Tentatori e i quattro Cavalieri – una potenzialità argomentativa superiore, basata sulla retorica, sull’intertestualità e, infine, su metodi terapeutici pre-freudiani. L’aderenza al testo dimostra come il tema liturgico e i contenuti religiosi siano stati ampiamente sopravvalutati. Assassinio nella cattedrale è riportato alla sua natura originaria: un dramma essenzialmente modernista, radicato nel contesto del dramma sperimentale europeo.

Maria Serena Marchesi
M. Serena Marchesi (Università di Messina) ha pubblicato saggi su Middleton, Tennyson, Browning, Christina Rossetti, Kingsley, Collins, Rushdie, su riviste quali Strumenti Critici e Studi Vittoriani e in volumi collettanei, fra cui I Linguaggi dell’altro, (Olschki, 2007), di cui è stata co-curatrice. Ha curato la prima edizione italiana di Satyagraha in South Africa, di M.K. Gandhi (La forza della nonviolenza, 2005) e di alcuni scritti tratti da Fors Clavigera, di John Ruskin (Lettere ai lavoratori d’Inghilterra, 2008). Del 2007 il suo volume Temi cristiani nell’opera poetica di Alfred Tennyson (Congedo), del 2009 il volume Eliot’s Perpetual Struggle: The Language of Evil in Murder in the Cathedral (Olschki).