Gustavo Costa

Thomas Burnet e la censura pontificia
(con documenti inediti)

2006, cm 17 x 24, x-116 pp.

ISBN: 9788822255129

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 14,00
 
  • Sinossi
  • Autore
  • Materiali (1)
  • E-book

Le idee di Thomas Burnet (ca. 1635-1715), esponente assai discusso dell’Inghilterra anglicana, attirarono l’attenzione di Roma, come documentato in appendice. Il confronto fra gli scritti di Burnet, posti in rapporto con le polemiche religiose inglesi ed europee, e le obiezioni dei censori pontifici, dimostra quanto fosse profondo l’abisso che separava i paesi protestanti dell’Europa settentrionale non solo dalla gerarchia fossilizzata della Chiesa, ma anche da cattolici illuminati italiani, come Lodovico Antonio Muratori.

Gustavo Costa
Gustavo Costa, Professor Emeritus della University of California, Berkeley, è uno specialista di Giambattista Vico che, da vari anni, sta esplorando l’Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede, Città del Vaticano. Quasi tutte le sue pubblicazioni dell’ultimo decennio sono dedicate alla censura pontificia. Ha pubblicato nella stessa collana Malebranche e Roma (2003) e Thomas Burnet e la censura pontificia (2006). Ha collaborato al Dizionario storico dell’Inquisizione, curato da Aldo Prosperi, Vincenzo Lavenia e John Tedeschi (2010). Il suo ultimo libro è intitolato Celestino Galiani e la Sacra Scrittura. Alle radici del pensiero napoletano del Settecento (2011). Risiede e lavora a Berkeley circa nove mesi l’anno.

Acquista l'e-book di questo volume dallo store di uno dei nostri partner.