Paesaggio culturale e biodiversità
Principi generali, metodi, proposte operative

A cura di R. Colantonio Venturelli e F. Müller

2003, cm 17 x 24, xvi-260 pp. con 50 figg. n.t. e 14 tavv. f.t. di cui 13 a colori.

ISBN: id-5089

Aggiungi a «I miei volumi»
Non disponibile
  • Sinossi
  • Autori
  • Materiali (2)

Tre sono i temi centrali affrontati nel volume: biodiversità, paesaggio culturale e ampliamento della concezione tradizionale dell’economia boschiva attraverso la interrelazione con altre discipline, come l’ecologia del paesaggio, l’urbanistica e l’architettura. Queste tematiche, tra loro strettamente collegate, si arricchiscono grazie al proficuo dialogo tra definizione teorica, elaborazione metodologica e prassi operativa. Il confronto tra studiosi tedeschi e italiani, alla base del volume, permette inoltre una suggestiva analisi comparativa dei paesaggi culturali tra Italia e Germania.

Rita Colantonio Venturelli
Rita Colantonio Venturelli, docente di Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria di Ancona, svolge l’attività di ricerca presso il DIBIAGA (Dipartimento di Biotecnologie Agrarie ed Ambientali) dello stesso Ateneo.
I suoi interessi didattici e scientifici sono rivolti principalmente alla pianificazione territoriale ed ambientale secondo i principi dell’ecologia del paesaggio e dell’ecologia urbana, con particolare attenzione al confronto tra la realtà italiana e quella tedesca. In questi campi ha pubblicato numerosi saggi ed ha organizzato simposi e workshop didattici di carattere internazionale.

Felix Müller
Felix MÜller ha studiato Biologia e Geografia presso le Università di Regensburg e Kiel; in seguito ha partecipato a vari progetti di ricerca dell’Istituto di Geografia dell’Università di Kiel, in cui ha analizzato le conseguenze dell’inquinamento tossicologico reale e potenziale sul suolo. Dal 1988 si è occupato, in qualità di coordinatore scientifico, del Centro di progettazione interdisciplinare della ricerca sugli ecosistemi; dal 1996, dirige il Centro di Ecologia di Kiel. I suoi ambiti specifici di interesse sono la teoria e la modellistica ecologica, l’applicazione e l’utilizzazione degli indicatori ambientali e l’applicazione dei concetti ecosistemici alle varie scale del paesaggio.