Angelo Poliziano

Traduzione delle Amatoriae narrationes di Plutarco
2

A cura di Claudio Bevegni

2018, cm 17 x 24, xliv-42 pp.

ISBN: 9788822265883

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 25,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (2)
  • Autori
  • Materiali (1)

Nel 1479 Angelo Poliziano traduce le Amatoriae narrationes di Plutarco, una collezione di storie di argomento amoroso caratterizzate da un’atmosfera truce, percorsa da violenze, tradimenti e suicidi, e che si concludono tragicamente. Poliziano le traduce “nei ritagli di tempo” (subcisivis horis), ma la qualità del suo vertere resta alta, come confermano le soluzioni traduttive escogitate per i passi più ardui. A fronte della traduzione latina, preceduta da un’ampia introduzione, viene stampato il testo greco quale si legge nel Laurenziano 80.21, fonte di Poliziano.

Angelo Poliziano

Claudio Bevegni
Claudio Bevegni insegna “Tradizione dei testi classici” presso l’Università di Genova. Autore di oltre 170 pubblicazioni (libri, saggi, traduzioni dal greco e dal latino), i suoi campi di ricerca spaziano dalla critica testuale (ha pubblicato svariate edizioni critiche principes) alla letteratura greca (Euripide, Plutarco, Eliano), bizantina (Fozio: numerosi saggi e una traduzione della Bibliotheca) e umanistica. In quest’ultimo àmbito si è occupato, fra gli altri, di Teodoro Gaza (edizione di una traduzione inedita di un trattato di Plutarco), Aldo Manuzio (Lettere prefatorie a edizioni greche, Adelphi, 2017) e soprattutto Angelo Poliziano, al quale ha dedicato numerosi saggi, esaminandone sia l’attività filologica e di traduttore dal greco, sia la variegata fruizione di autori greci primari quali Euripide e Aristofane.
(settembre 2018)