Paesaggio ligure e paesaggi interiori
nella poesia di Eugenio Montale

Atti del Convegno internazionale «Credo non esista nulla di simile al mondo» (Parco Nazionale delle Cinque Terre, Riomaggiore - Monterosso, 11 - 13 dicembre 2009)
A cura di Paola Polito e Antonio Zollino

2011, cm 17 x 24, viii-284 pp. con 7 figg. n.t.

ISBN: 9788822261090

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 29,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (5)
  • Autori
  • Materiali (1)

Tornare ad occuparsi del paesaggio montaliano ha significato per i curatori l’apertura di uno spazio di interpretazione e di confronto fra studiosi assai differenti per formazione, provenienza e aree disciplinari, senza l’imposizione di una linea o una tesi di fondo precostituita. Ognuno ha parlato liberamente del suo Montale e, partendo dal paesaggio, ha trattato talvolta cose molto diverse, in un’esplorazione del paesaggio montaliano inteso come luogo dell’anima, referente onnicomprensivo di un mondo interiore unico e variegato.

Paola Polito
Paola Polito ha insegnato per anni all’estero, nelle università di Armidale (Australia), Craiova (Romania) e, in ultimo, Copenaghen, occupandosi di critica letteraria e linguistica testuale. È tra i collaboratori e curatori del progetto contrastivo copenaghese “Mr. Bean in italiano e in danese” [G. Skytte & I. Korzen, P. Polito, E. Strudsholm (eds.), Tekstrukturering på italiensk og dansk/Strutturazione testuale in italiano e in danese, University of Copenaghen 1999] e della miscellanea di studi di linguistica H. Jansen, P. Polito, L. Schøsler & E. Strudsholm (eds.), L’infinito & oltre. Omaggio a Gunver Skytte, Odense University Press 2000. Da alcuni anni, anche in collaborazione con Steen Jansen, lavora a sviluppare un approccio al testo letterario in cui si coniugano lessicografia, informatica, semantica, tematologia e studio dei tropi.

Antonio Zollino