Anna Martellotti

I ricettari di Federico II
Dal «Meridionale» al «Liber de coquina»

2005, cm 17 x 24, 284 pp.

ISBN: 9788822254429

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 29,00 € 27,55
 
  • Sinossi
  • Recensioni (17)
  • Autore
  • Materiali (2)
  • E-book

L’attribuzione a Federico II del «Liber de coquina» e dei ricettari imparentati permette di scoprire la fastosa cucina della corte palermitana, ben radicata nel territorio, ricca di influssi arabi filtrati attraverso la mediazione normanna e sveva, ma aperta a suggerimenti nazionali e internazionali; all’inizio del Trecento, attraverso la mediazione toscana, questa prima cultura gastronomica ‘italiana’, sbocciata insieme alla poesia siciliana, si è ormai affermata da un capo all’altro della Penisola.

Anna Martellotti
Anna Martellotti, filologa, già professore associato presso l’Università di Bari, si interessa da tempo di gastronomia medievale (Libro di buone vivande, Fasano, Schena, 1991), con particolare attenzione ai contatti con il mondo arabo (Il Liber de ferculis di Giambonino da Cremona, Fasano, Schena, 2001) e alla prima cucina italiana (I ricettari di Federico II, Olschki, 2005).
Con Elio Durante si dedica da svariati lustri alla indagine su fatti, persone e cose pertinenti al mirifico mondo poetico-musicale della Ferrara di Alfonso II, pubblicando numerose monografie di argomento musicale e letterario (Firenze, S.P.E.S.), oltre a ristampe anastatiche ed edizioni moderne di opere musicali a cui si è recentemente aggiunto
«Giovinetta peregrina». La vera storia di Laura Peperara e Torquato Tasso, Olschki, 2010. - (gennaio 2015) -

Acquista l'e-book di questo volume dallo store di uno dei nostri partner.