Marco Cerocchi

Funzioni semantiche e metatestuali della musica in Dante, Petrarca e Boccaccio

2010, cm 17 x 24, xii-160 pp. con 6 es. mus. n.t.

ISBN: 9788822259912

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 19,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (10)
  • Autore
  • Materiali (1)

Il volume individua gli aspetti dell’evoluzione della relazione tra parola e musica nel XIV secolo. L’autore osserva che mentre Dante – pur riconoscendo alla musica lo straordinario potere d’influenzare l’animo umano – evidenzia la pericolosità di quella secolare, Petrarca si lascia ammaliare da essa, ne considera i sorprendenti e diversificati effetti psicologici e si avvale delle sue doti comunicative. L’analisi dettagliata del Decameron di Boccaccio testimonia il nuovo modo di concepire il genere «profano», ossia liberamente e senza remore.

Marco Cerocchi
Marco Cerocchi ha conseguito il diploma di pianoforte al Conservatorio di Stato e ha eseguito concerti in Europa e in America. Si è laureato in Lettere (gruppo storia della musica) presso l’Università degli Studi di Roma «La Sapienza». Trasferitosi negli Stati Uniti, ha conseguito il dottorato di ricerca alla Rutgers University e ha insegnato alla Princeton University. Dal 2007 è docente di lingua e cultura italiana presso la La Salle University e il Curtis Institute of Music di Filadelfia. Saggi critici sul rapporto tra letteratura e musica nel Medioevo e nel Rinascimento sono stati pubblicati su riviste accademiche americane.