Gersonide
Commento al «Cantico dei Cantici» nella traduzione ebraico-latina di Flavio Mitridate

Edizione e commento del ms. Vat. Lat. 4273 (cc. 5r-54r)
A cura di Michela Andreatta
Studi pichiani, vol. 14

2009, cm 17 x 24, xiv-208 pp.

ISBN: 9788822259059

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 25,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (2)
  • Autore
  • Materiali (1)

Il volume esamina la traduzione latina del Commento al Cantico dei Cantici del filosofo provenzale Levi ben Geršom (1288-1344), altresì noto come Gersonide, traduzione che si conserva alle carte 5r-54r del ms. Vat. Lat. 4273 e che figura nel novero delle opere ebraiche tradotte dall’ebreo convertito Flavio Mitridate su richiesta di Giovanni Pico della Mirandola. Il testo latino della versione, editato sulla base del manoscritto e raffrontato con l’originale ebraico, viene qui presentato corredato di ampia introduzione e note.

Michela Andreatta
Michela Andreatta ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Ebraistica presso l’Università degli Studi di Torino nel 2003 e ha poi svolto attività di ricerca in Italia, negli Stati Uniti e in Israele. Si occupa prevalentemente di letteratura ebraica prodotta in Italia dal Rinascimento e fino all’età moderna. È autrice di un volume monografico dedicato alla poesia delle confraternite ebraiche dell’epoca della segregazione dal titolo Poesia religiosa ebraica di epoca barocca. L’innario della confraternita Ŝomerim la-boqer (Mantova 1612), Padova 2007.