Antonio Bernardi della Mirandola (1502-1565)
Un aristotelico umanista alla corte dei Farnese

Atti del convegno 'Antonio Bernardi nel V centenario della nascita' (Mirandola, 30 novembre 2002)
A cura di Marco Forlivesi
Studi pichiani, vol. 13

2009, cm 17 x 24, xxii-204 pp. con 4 figg. n.t. e 2 tavv. f.t. a colori.

ISBN: 9788822258465

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 24,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (2)
  • Autore
  • Materiali (1)

Antonio Bernardi fu un esponente di rilievo della poliedrica comunità degli umanisti aristotelici rinascimentali. Entrato alla corte del papa Paolo III Farnese, godette di ampia libertà di espressione, di cui fece uso per esporre pubblicamente le proprie peculiari interpretazioni dei testi aristotelici. Primo autore italiano a far menzione di Pietro Ramo, Bernardi propugnò tenacemente il primato speculativo del pensiero dello Stagirita, rigettando però nel contempo l’intera storia delle interpretazioni dell’autore antico.