Luigi Zangheri - Brunella Lorenzi et al.

Il giardino islamico

2006, cm 17 x 24, vi-484 pp. con 246 figg. n.t. e 83 tavv. f.t. a colori.

ISBN: 9788822255211

Ristampa 2011, in brossura.

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 45,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (6)
  • Autori
  • Materiali (3)

Un tema affascinante quanto difficile, risolto sia attraverso la documentazione ottenuta con visite mirate nei più lontani paesi, sia con la rilettura dei resoconti nei quali i viaggiatori del passato hanno illustrato le suggestioni e l'originalità di giardini che non avevano pari in Occidente. A questi giardini si deve la diffusione in Europa di numerose specie vegetali che vanno dal limone all'arancio, dal tulipano al gelsomino.
Vincitore del PREMIO GRINZANE CAVOUR - GIARDINI BOTANICI HANBURY - 2006

Luigi Zangheri
Luigi Zangheri, già docente di Storia del giardino e del paesaggio presso l’Università di Firenze; già presidente del Comitato Scientifico Internazionale ICOMOS-IFLA per i paesaggi culturali; è presidente emerito dell’Accademia delle Arti del Disegno. Come architetto si è occupato del progetto di conservazione delle fabbriche e dei manufatti nel parco Demidoff a Pratolino per conto dell’Amministrazione Provinciale di Firenze nel 1985; ha avuto il coordinamento del progetto per l’adeguamento normativo e funzionale del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze, committente l’Opera di Santa Maria del Fiore nel 1998-99; ha collaborato al progetto di restauro del Chiostro di Santa Chiara a Napoli per conto della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici di Napoli nel 1999-2004. È autore di più di 250 pubblicazioni di storia dell’architettura, di storia del giardino e del paesaggio, e sul tema del restauro negli edifici monumentali. (gennaio 2017)

Brunella Lorenzi
Brunella Lorenzi, laureata in architettura con una tesi su Santi di Tito, è iscritta al Master in Paesaggistica dell’Università di Firenze. Si occupa della progettazione di giardini. Recentemente, ha realizzato Il prato infinito per la rassegna I giardini dell’Illusione alla Fortezza da Basso di Firenze e in gruppo, i seguenti giardini: Babel al XIII Festival International des Jardins a Chaumont sur-Loire, Rosa, è una rosa, una rosa... a Villa Le Corti, San Casciano V.P; Effetto Notte all’interno del SET alla Fortezza da Basso di Firenze.

Nausikaa Mandana Rahmati
Nausikaa Mandana Rahmati, di padre iraniano e di madre italiana, ha vissuto 10 anni in Iran per poi trasferirsi con la famiglia in Italia, dove si è laureata in Architettura all’Università di Firenze con la tesi «Giardino persiano e giardino islamico. Genesi, archetipo e sua evoluzione». Negli anni 2003-2004 ha effettuato un tirocinio formativo presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico per le province di Firenze, Pistoia e Prato. Attualmente esercita la professione di architetto, con lavori di progettazione d’interni e architettura del giardino.