L’arme e gli amori: Ariosto, Tasso and Guarini in Late Renaissance Florence

Acts of an International Conference (Florence, Villa I Tatti, June 27-29, 2001)
A cura di M. Rossi e F. Gioffredi Superbi

2004, cm 17,5 x 25, 2 tomi di xxviii-472 pp. con figg. ed es. mus. n.t. e 87 tavv. f.t. Rilegati (Hardcover).

ISBN: 9788822253606

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 71,00
 
  • Sinossi
  • Autori
  • Materiali (1)

Il tema «L’arme e gli amori» che ha coinvolto Ariosto, Tasso e Guarini si è affermato a Firenze alla fine del Cinquecento non soltanto come un modello letterario ma anche come un ideale di comportamento aristocratico. È diventato uno dei temi preferiti del dibattito accademico che ha alimentato l’arte, la letteratura e la politica, ispirando allegorie civiche e dinastiche. Le arti pittoriche, il teatro, la musica e i cerimoniali hanno tratto beneficio da queste formule letterarie creando nuove tradizioni e convenzioni.

Massimiliano Rossi
Massimiliano Rossi è docente di Storia della critica d’arte presso l’Università del Salento e ha insegnato la stessa disciplina anche nelle Università di Udine e di Firenze. Ha studiato la scultura veneta del Cinquecento, la pittura fiorentina del Seicento, la letteratura degli artisti (Danese Cataneo, il Bronzino, Francesco Furini), la fortuna iconografica delle opere canoniche della letteratura italiana, dalla Commedia al Decameron, dall’Orlando furioso alla Gerusalemme liberata, gli scritti d’arte dal XVI al XVIII secolo, con particolare riguardo all’opera storiografica di Giorgio Vasari e Luigi Lanzi (Le fila del tempo. Il sistema storico di Luigi Lanzi, Firenze, Olschki, 2006). gennaio 2015

Fiorella Gioffredi Superbi