Michaela Valente

Johann Wier
agli albori della critica razionale dell’occulto e del demoniaco nell’Europa del Cinquecento

2003, cm 18 x 25,5, vi-342 pp.

ISBN: 9788822251930

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 38,00
 
  • Sinossi
  • Autore
  • Materiali (1)

Con il «De praestigiis daemonum», Johann Wier per primo intese distendere il filo per far uscire l’umanità dal labirinto degli incantesimi demoniaci. Attraverso argomentazioni teologiche e scientifiche, ebbe come obiettivo prioritario quello di far cessare la caccia alle streghe, proponendo la rieducazione o l’esilio per quelle che, ai suoi occhi, erano solo delle povere vecchiette. Si avviò così quel lungo processo critico che avrebbe portato, alla fine del Seicento, Balthasar Bekker a decretare la morte del diavolo.