Michael Talbot

The Sacred Vocal Music of Antonio Vivaldi

1995, cm 17 x 24, xii-566 pp. con es. mus. n.t.

ISBN: 9788822243614

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 89,00
 
  • Sinossi
  • Autore

Sebbene alcune composizioni sacre vocali di Vivaldi quali il «Gloria» (RV 589) e lo «Stabat Mater» facciano parte del repertorio generale da oltre cinquanta anni, la loro quantità, qualità e varietà restano sottovalutate. Il fatto che siano state scoperte tardivamente – in un’epoca in cui la posizione storica del compositore come creatore del concerto tardo-barocco e primo motore della «fuga dal contrappunto» era diventata una dottrina fissa – le ha rese ingiustamente marginali fino ai tempi recenti.
La qualità particolare della sua musica da chiesa è legata al fatto paradossale che, pur essendo prete, Vivaldi non era di mestiere un musicista «da chiesa». Alcune composizioni si dovevano ad occasioni fortuite, mentre altre rivelano la sua volontà di essere un compositore «universale», al quale nessun genere musicale significativo fosse estraneo.
Questo libro è il primo ad esplorare in profondità questo notevole corpo di musiche. Considerandolo sotto svariati profili, include informazioni biografiche, storiche, contestuali, bibliografiche e liturgiche, descrizioni analitiche e critiche delle opere in genere e in particolare, riflessi sulla loro posizione storica e su vari aspetti della prassi esecutiva.
L’indebitamento di Vivaldi verso altri compositori, che viene sottolineato da un esame dettagliato delle opere nella sua raccolta personale, emerge chiaramente, come anche la sua originalità e il successo con cui ha assimilato nella sua musica sacra diversi tratti progressisti sviluppati nella sua opera profana.
Testo in lingua inglese.

Michael Talbot
Michael Talbot, born in 1943, is known internationally for his studies of Vivaldi and this composer’s Italian, especially Venetian, contemporaries, and for his editions of their music. Among the other composers on whom he has written monographs are Tomaso Albinoni and Benedetto Vinaccesi. His interests within this area are wide and include biography, history, analysis and textual criticism. He is a Fellow of the British Academy and a Corresponding Member of the Ateneo Veneto. For many years he has been a collaborator of the Istituto Italiano Antonio Vivaldi, and he is currently a co-editor of the Institute’s yearbook «Studi vivaldiani».