Marcello Conati

Piegare la nota
Contrappunto e dramma in Verdi

2014, cm 17 x 24, xxii-212 pp.

ISBN: 9788822263094

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 26,00 € 24,70
 
  • Sinossi
  • Recensioni (9)
  • Autore
  • Materiali (1)

È tanto radicata in Verdi la concezione della musica come misura del dramma che egli sonda quanto più a fondo possibile le prerogative del linguaggio musicale per sfruttarne tutte le valenze drammaturgiche. Gli studi su alcuni dei suoi capolavori, Macbeth, Luisa Miller, Stiffelio, I Vespri siciliani, Simone Boccanegra, Aida, rivelano il genio di Verdi nello sfruttare le potenzialità drammatiche della musica attraverso la moltiplicazione e sovrapposizione dei luoghi dell’azione scenica.

Marcello Conati
Marcello Conati, milanese, diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. Maestro sostituto al Opernhaus di Zurigo (1961-71), docente di arte scenica al Conservatorio di Parma (1971-99), archivista all’Istituto di studi verdiani (1971-79), direttore della «Rivista italiana di Musicologia» (1992-97); ha pubblicato: Interviste e incontri con Verdi (1980; terza ed: 2000; trad. in ingl.), La bottega della musica: Verdi e la Fenice di Venezia (1983), «Rigoletto»: un’analisi drammatico-musicale (1983 Mondadori; nuova ed. Marsilio 1992); «Simon Boccanegra» (Ricordi, Disposizione scenica, 1993), Verdi 2001: vita e opere narrate ai giovani (ETS, 2003). Per l’I.N.S.V. ha curato nel 1977 il carteggio Verdi e Boito di prossima seconda edizione. - (luglio 2014) -

Acquista l'e-book di questo volume dallo store di uno dei nostri partner.