Maria Grazia Zaccone Sina

La corrispondenza di François Lamy benedettino cartesiano
Regesto, con l’edizione delle lettere inedite e rare

2007, cm 18 x 25,5, lxxiv-424 pp.

ISBN: 9788822256348

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 52,00
 
  • Sinossi
  • Recensioni (4)
  • Autore
  • Materiali (1)

Questo Regesto intende contribuire a una più articolata conoscenza dei dibattiti cartesiani di cui furono protagonisti Arnauld, Bossuet, Nicole, Malebranche e Fénelon, nonché dell’opposizione alle linee vincenti di interpretazione o utilizzo delle dottrine cartesiane (Spinoza, Leibniz, Huet, Fontenelle, giornalisti di Trévoux). Esso restituisce altresì la testimonianza di un cartesianesimo elaborato nel solco dell’esperienza editoriale dei maurini e mostra i limiti della tesi secondo cui le filosofie cartesiane sarebbero destinate a convergere nella dottrina dell’univocità dell’essere.

Maria Grazia Zaccone Sina
MARIA GRAZIA ZACCONE SINA, già ricercatrice di Storia della Filosofia prima presso l’Università “La Sapienza” di Roma, e poi presso l’Università Cattolica di Milano, si è dedicata allo studio e all’edizione di testi filosofici del secondo Seicento e del primo Settecento. Dopo aver pubblicato alcuni inediti di Boulainvilliers (1980-81) e le apologie di Spinoza di Languener (1984-85), ha collaborato con Mario Sina all’edizione dei volumi II-IV dell’Epistolario di Jean Le Clerc, ha tradotto il Trattato dell’esistenza e degli attributi di Dio di Fénelon (1997), ha pubblicato il Regesto della corrispondenza del benedettino cartesiano François Lamy (2007) e il suo carteggio col tolosano J.-F. de Saint-Laurens (2003).