Paolo Santarcangeli

Homo ridens
Estetica, filologia, psicologia, storia del comico

1989, cm 18 x 25,5, vi-452 pp.

ISBN: 9788822236944

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 76,00
 
  • Sinossi
  • Autore
  • Materiali (1)

Partendo dalle definizioni e da un’ampia critica dell’estetica generale del Comico, il libro si propone nella prima parte di passare in rassegna i numerosi aspetti che la teorizzazione assume nella colorata varietà dei suoi generi. Il discorso esamina - partendo dalle definizioni e da ampi accenni agli sviluppi della letteratura sull’argomento - le manifestazioni del «Homo Ridens», dal riso e dal sorriso all’ironia, dalla satira alla commedia, dal sarcasmo e dalla parodia allo scherzo e alla battuta, dalla barzelletta al lazzo, soffermandosi però sugli aspetti ‘universali’ dell’umorismo, nei luoghi e tempi più diversi, attraverso un’ampia rassegna degli autori antichi e moderni.
La seconda parte è dedicata all’esame delle caratteristiche del Comico e delle sue manifestazioni, popolari e letterarie, ieri ed oggi, presso le varie nazioni e culture, passando in rassegna, nella prassi e nella teoria, l’umorismo presso gli inglesi, tedeschi, francesi ed in Italia, dedicando poi due capitoli finali all’umorismo ebraico e a quello ungherese, meno noti.
Segue nella terza parte del volume un riassunto critico della teoria moderna del Comico, da Bergson a Freud, da Bataille a Bakhtin, da Pagnol a Jankélévitch e Koestler ed altri. Le brevi ‘riflessioni conclusive’ si propongono di tirare le somme, esaminando la figura dell’umorista, le caratteristiche sociali del comico e le sue tendenze attuali. Il lavoro è completato da un’ampia bibliografia sulla materia.