M. Fondi - L. Franciosa et al.

La casa rurale nella Campania

1964, cm 18 x 25,5, iv-416 pp. con 408 ill. e 4 tavv. f.t.

ISBN: 9788822216564

Ristampa 1986.

Aggiungi a «I miei volumi»
€ 72,00 € 36,00
 
  • Sinossi
  • Autori

La Campania è una delle regioni d'Italia la cui abitazione rurale offre più larga gamma di forme stilistiche e di interne strutture. Ci sono zone (es. la piana fra Caserta e Capua) ove la casa dei lavoratori rurali è raccolta in grossi agglomerati, impostati sulle maglie della centuriazione romana, e della edilizia agreste romana ripete essa stessa alcuni schemi. Ci sono invece zone, sia lungo le riviere sia nelle conche intermontane dell'Appennino, ove la casa si disperde fra i campi di poderi abbastanza piccoli e foggia le sue caratteristiche - diverse naturalmente da zona a zona - soprattutto in base a esigenze di conduzione aziendale e di produzione agricola, ma anche in relazione ai materiali da costruzione più facilmente disponibili o a condizioni locali di clima: fatti da cui traggono origine le minuscole case cubiche con le coperture a volta; le pittoresche sequenze di scale esterne; Le balconate o i porticati etc. Infine nella parte più meridionale della regione (cioè il Cilento) resistono ancora - per quanto un poco sommerse dai modernissimi insediamenti imposti negli ultimi anni dalla riforma agricola - le vecchie masserie baronali, simili a volte a fortilizi rurali, con notevole spazio per il bestiame e molti locali per la mano d'opera bracciantile: forme edili che sono il retaggio di una società già tramontata.
Il volume è il risultato di una indagine minuziosa, svolta personalmente dagli autori negli ultimi otto anni.